Regione Veneto

Interpellanze e interrogazioni

Interpellanze e interrogazioni

Il Regolamento del Consiglio Comunale consente ai Consiglieri di presentare interrogazioni e interpellanze al Sindaco e agli Assessori sull'operato dell'Amministrazione Comunale.

Nell'ottica di promuovere la trasparenza dell'Amministrazione, viene data pubblicazione su questa pagina delle interrogazioni/interpellanze presentate nonché delle risposte della Giunta.

(Art. 23 del Regolamento del Consiglio Comunale)
1. I Consiglieri hanno diritto di presentare, al Sindaco o agli Assessori, interrogazioni, interpellanze e mozioni su argomenti che riguardano direttamente le funzioni di indirizzo e di controllo politico-amministrativo del Consiglio Comunale e le altre competenze allo stesso attribuite dalle leggi e dallo Statuto.
2. L'interrogazione consiste nella richiesta, debitamente firmata e rivolta al Sindaco o alla Giunta, per avere o per conoscere i motivi e i criteri in base ai quali ci si prefigge di operare in merito ad un determinato fatto od intervento. Le interrogazioni possono avere anche carattere ispettivo per accertare la legittimità e la correttezza dell'operato dell'amministrazione.
3. L'interpellanza consiste in un quesito rivolto al Sindaco o ad un Assessore, circa i motivi, gli intendimenti o la condotta dell'amministrazione su un determinato argomento.
4. L'interrogazione/interpellanza può essere depositata in forma scritta e debitamente firmata presso l'ufficio protocollo. Ad essa risponde il Sindaco o l'Assessore a seconda della competenza richiesta dal'interrogazione/interpellanza, con facoltà di rispondere oralmente nella prima seduta utile del Consiglio Comunale  e comunque entro trenta giorni dalla registrazione in protocollo. Nel caso in cui l'interrogazione/interpellanza sia presentata durante lo svolgimento della seduta consiliare, il Sindaco o l'Assessore competente potranno rispondere immediatamente o dichiarare di differire la risposta nella seduta successiva e comunque non oltre 30 giorni.
5. Il Sindaco ha facoltà di negare l'accettazione e la trattazione di interrogazioni, interpellanze, mozioni e ordini del giorno che siano formulati non corretti nella forma o in modo offensivo e di dichiarare inammissibili se se vertenti su materie non attinenti anche indirettamente all'attività, alle competenze e agli interessi del Comune e della comunità amministrata.

INTERROGAZIONI, INTERPELLANZE E RISPOSTE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Situazione di Via Santa Marta e aree limitrofe
Interpellanza del gruppo Uniti per Stra del 25.08.2020 e risposta del Sindaco

Situazione del verde urbano
Interpellanza del gruppo Uniti per Stra del 27.07.2020 e risposta del Sindaco

Oneri di urbanizzazione per le opere di culto nel Bilancio 2020-2022
Interpellanza 
del gruppo Uniti per Stra del 17.07.2020 e risposta del Sindaco

Sezione "Primavera" Scuola dell'Infanzia San Domenico Savio
Interpellanza del gruppo Uniti per Stra del 17.07.2020 e 
risposta del Sindaco

Covid 19: ripartenza delle scuole
Interpellanza del gruppo Uniti per Stra del 17.07.2020 e risposta del Sindaco
 
Situazione dei parchi e giardini comunali  
Interpellanza del gruppo Uniti per Stra del 13.07.2020 e risposta del Sindaco

Situazione di Parco Magrini  
Interpellanza del gruppo Uniti per Stra del 08.07.2020 e risposta del Sindaco

Ricorso al Tribunale di Venezia RG 967/2020 
Interpellanza del gruppo #Sì cambiare si può!  del 26.06.2020 e risposta del Sindaco 
torna all'inizio del contenuto