Accesso ai servizi

Venerdì, 18 Dicembre 2020

Nuova gestione della Residenza Sanitaria Assistenziale di base e del Centro Diurno Servizio per Anziani di Stra



Nuova gestione della Residenza Sanitaria Assistenziale di base e del Centro Diurno Servizio per Anziani di Stra


Quasi al via la nuova gestione della Residenza Sanitaria Assistenziale e del Centro Diurno Servizio per Anziani di Stra. La scelta dell’Amministrazione Comunale, valutate le offerte arrivate da realtà pubbliche e private interessate alla gestione, è ricaduta su un altro ente pubblico, l’IPAB Casa di Riposo di Noventa Padovana, che già da tempo gestisce la RSA di Noventa Padovana e che subentra all’IPAB Centro Residenziale Anziani Umberto I (CRAUP) di Piove di Sacco, che la gestisce dal 2001 avvalendosi delle professionalità della Cooperativa Carpe Diem. L’accordo negoziale, firmato venerdì 11 dicembre 2020, della durata di 4 anni, prenderà ufficialmente il via il 1 gennaio 2021, ma è già stato avviato il passaggio di consegne fra i due IPAB.
L’Amministrazione, nelle sue valutazioni sulle proposte di nuova gestione, ha tenuto conto di quanto queste fossero attente alle persone ospitate, ma anche al personale che sta già lavorando nella sede e alla cura della struttura, poiché il benessere degli ospiti può essere garantito solo con personale adeguatamente preparato e in una struttura confortevole e accogliente.  “La convinzione che la prima esigenza per tutti, famiglie, operatori e amministratori, debbano essere la salute, il benessere e la qualità di vita delle persone ospitate nella Residenza Assistenziale, in via continuativa o per le sole attività diurne, ha guidato le scelte dell’Amministrazione Comunale, anche quelle non facili, nell’individuazione del nuovo gestore e nella definizione dell’accordo negoziale” afferma il Sindaco di Stra Caterina Cacciavillani.
Nasce così una importante sinergia territoriale fra i due comuni limitrofi che complessivamente  porterà ad avere 176 posti letto nelle due strutture e circa 30 posti nei due Centri diurni.  Con questo accordo il Comune ha concordato con l’IPAB di Noventa Padovana di favorire la continuità assistenziale dell’organizzazione esistente e di garantire sinergie sia per le attività che per i contratti di forniture e servizi, nell’ottica di un miglioramento continuo, di un ampliamento e di un aggiornamento dell’assistenza socio-sanitaria.  Ha concordato, inoltre, che l’IPAB si impegnasse nel favorire l’assunzione degli operatori dipendenti dell’ente gestore uscente e dei fornitori di servizi essenziali attualmente attivi.  E questo è ciò che già sta avvenendo. Nello specifico, l’IPAB di Noventa Padovana sta già prendendo accordi con la Cooperativa Carpe Diem per garantire la continuazione di tutto il personale dipendente della cooperativa che già gestisce 3 nuclei di degenza su 4 a Stra. Sta provvedendo anche a verificare disponibilità e continuità di contratti degli altri operatori, collaboratori e/o dipendenti CRAUP, seppure alcuni di questi ultimi abbiano già optato per il rientro nella sede principale di Piove di Sacco.
L’Amministrazione ha espressamente inserito nell’accordo negoziale anche la richiesta al nuovo gestore di investire annualmente almeno 116.600 euro nella manutenzione dei fabbricati e nella manutenzione delle immobilizzazioni materiali, proprio perché consapevole delle esigenze manutentive della Residenza e di quanto queste siano necessarie per il reale benessere e la tutela della qualità della vita di ospiti e dipendenti. Questo anche riducendo le entrate dirette del Comune, certa di cogliere nella definizione di queste priorità anche i bisogni e le richieste di chi lavora, di chi viene ospitato e delle loro famiglie.

Documenti allegati: